S

Vai a tutte le edizioni
Permalink

Alberto Angela – RAI1

Alberto Angela – RAI1

Motivazione 

Uno dei suoi mestieri viene chiamato «divulgatore scientifico», ma Alberto Angela è un «divulgatore romantico», per la passione che traspare da reportage, programmi e spiegazioni. Studioso, paleontologo e ricercatore, andando alla scoperta dei Musei Vaticani, ha trovato una narrazione semplice, chiara, accattivante: da buon cronista.

Permalink

Angela Frenda – Corriere della Sera
ex aequo con Eliana Liotta – Io Donna

Angela Frenda – Corriere della Sera
ex aequo con Eliana Liotta – Io Donna

Motivazione 

Premio Fondazione Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare. Un premio ex aequo che riconosce il lavoro, all’interno dello stesso Gruppo Editoriale, di due approcci differenti ma complementari di fare cultura del cibo. Attraverso la carta stampata, il web, gli eventi e i libri, Angela ed Eliana raccontano come stare bene con il buon cibo. Due firme che rappresentano un bellissimo esempio di come il giornalismo oggi possa farsi strumento positivo per divulgare ad ampio raggio una corretta cultura alimentare in Italia.

Permalink

Eliana Liotta – Io Donna
ex aequo con Angela Frenda – Corriere della Sera

Eliana Liotta – Io Donna
ex aequo con Angela Frenda – Corriere della Sera

Motivazione 

Premio Fondazione Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare. Un premio ex aequo che riconosce il lavoro, all’interno dello stesso Gruppo Editoriale, di due approcci differenti ma complementari di fare cultura del cibo. Attraverso la carta stampata, il web, gli eventi e i libri, Angela ed Eliana raccontano come stare bene con il buon cibo. Due firme che rappresentano un bellissimo esempio di come il giornalismo oggi possa farsi strumento positivo per divulgare ad ampio raggio una corretta cultura alimentare in Italia.

Permalink

Ezio Mauro – La Repubblica

Ezio Mauro – La Repubblica

Motivazione 

Disse: «Ho fatto il giornalista per scrivere. E scrivere vuol dire andare, guardare, raccontare». Tornato a fare ciò che più ama dopo un quarto di secolo da direttore, Ezio Mauro si riprende il suo posto tra i grandi inviati. Dal Polesine a San Pietroburgo: va, guarda, racconta. Occhio, cuore, cultura, scrittura. Bentornato.

Permalink

Giordano Stabile – La Stampa

Giordano Stabile – La Stampa

Motivazione 

Ci sono almeno tre ottime ragioni per assegnargli Il Premiolino. La prima è che è un dinamico e moderno corrispondente per La Stampa dal Medio Oriente sul fronte della guerra; la seconda è che si è rivelato un formidabile uomo di macchina al magazine Specchio e poi alla redazione Esteri. La terza è che è un bravissimo ragazzo, al punto che gli si può persino perdonare di essere juventino…

Permalink

La Redazione di Radio Amatrice

La Redazione di Radio Amatrice

Motivazione 

È il primo caso di una Radio nata all'indomani di un terremoto. Voluta con felice intuizione dal sindaco dopo la prima scossa il 24 agosto 2016 per garantire informazioni e aiuto e stabilire un canale di comunicazione tra le istituzioni e una comunità duramente provata. Di scossa in scossa, in tutti questi mesi e, fin nei difficili giorni in attesa della ricostruzione, la radio che trasmette con l'impegno di una piccola squadra di giornalisti e tecnici all'inizio ha utilizzato la frequenza concessa da Radio Dolce Musica per poi sfruttare la maggior potenzialità del web. Encomiabile esempio di ottima informazione di servizio e di passione civile.

Permalink

Lucio Caracciolo – Limes

Lucio Caracciolo – Limes

Motivazione 

Dopo averla fondata nel 1993, continua a dirigere con impegno e autorevolezza la rivista di geopolitica "Limes". Prezioso e sicuro punto di riferimento, soprattutto in tempi così difficili e complessi, per essere informati sui principali fatti internazionali.

Permalink

Nico Piro – RAI TG3

Nico Piro – RAI TG3

Motivazione 

La parola “pioniere” sa di vecchio. Eppure lui, giovane d’anagrafe e di spirito, lo è: pioniere italiano del “mobile journalism”. Che vuol dire fare dell’ottimo giornalismo televisivo dai qualsiasi fronte caldo del mondo, utilizzando uno smartphone per le riprese e la rete per la distribuzione dei contenuti. Sua la prima diretta via Facebook nella storia della RAI: 2016, elezione di Trump. Un piccolo passo per l’umanità, un grande passo per il Servizio pubblico.