Qualche cenno sull'argomento:

sui giornali il termine “ultimi” per definire persone in difficoltà è un po’ abusato. Per fortuna c’è questo mensile che viene venduto in strada da senza casa e senza lavoro e che dalla strada raccoglie, elabora, trasmette grazie a una redazione scrupolosa notizie di ogni genere: così chi è senza idee o senza speranze forse ne trova prima o poi qualcuna.