Qualche cenno sull'argomento:

Ci sono almeno tre ottime ragioni per assegnargli Il Premiolino. La prima è che è un dinamico e moderno corrispondente per La Stampa dal Medio Oriente sul fronte della guerra; la seconda è che si è rivelato un formidabile uomo di macchina al magazine Specchio e poi alla redazione Esteri. La terza è che è un bravissimo ragazzo, al punto che gli si può persino perdonare di essere juventino…